Dalla Regione In evidenza Notizie

Al via il tavolo permanente sulla scuola paritaria con la Regione Piemonte


Si è svolto martedì 12 novembre un incontro molto atteso dagli esponenti delle associazioni che si occupano del mondo della Scuola Cattolica Paritaria: quello con il nuovo assessore all’Istruzione della Regione Piemonte Elena Chiorino.
Elena Chiorino
Erano presenti i rappresentanti dell’AGESC, Forum della Famiglie, FOE-CDO, CNOS, FISM e ovviamente la FIDAE. A tale incontro doveva partecipare anche il Presidente Alberto Cirio, che purtroppo si è dovuto assentare per un lutto improvviso che ha colpito una persona a lui cara.
I punti toccati sono stati i seguenti:
1. Legge sul buono scuola.
L’attuale formula dei voucher sembra funzionare, pertanto si è chiesto di confermare questa esperienza che ha portato una sensibile efficienza ed efficacia della macchina burocratica. Invece si è chiesto di portare il limite ISEE a euro 52.000 (oggi a 26.000) e la dotazione della legge a 10 Milioni di euro (oggi di poco superiore a 4 Milioni). In questo modo si potrebbero avvicinare un maggior numero di persone.
2. Problemi dei disabili (ex L. 104) e dei vari DSA, BES ecc.
Si è chiesto di creare ogni anno un bando per l’arricchimento dell’Offerta Formativa dedicato in particolare a questo problema. I fondi potrebbero essere trovati dagli avanzi di gestione delle varie voci di spesa dell’assessorato.
3. Problemi legati alle nuove aperture di scuole statali dell’Infanzia, dove è presente già una scuola dell’infanzia paritaria e vi sono ancora posti disponibili.
Tale situazione era già stata discussa ampiamente in passato ed era stata inserita in una legge regionale, che però è stata disattesa.
4. Problema dei fondi destinati dallo Stato alla fascia 0-3 anni.
I comuni li hanno fiscalizzati e non li hanno distribuiti alle scuola paritarie. La regione ora chiederà loro di rendicontare tali fondi.
5. Apertura di un tavolo permanente sulla Scuola Paritaria.
Punto molto importante: sul modello di quanto avviene a Roma, si è concordato di aprire un tavolo di confronto e collaborazione con il nuovo assessore, al quale parteciperà almeno un componente per ogni associazione, proprio come avviene già a livello nazionale. Ciò permetterà di avere un contatto costante con l’assessorato e di poter essere più vicini alle reali esigenze delle nostre scuole. Tale tavolo prenderà il via con i lavori già a partire dal mese di gennaio 2020.
Alberto Cirio
Con questo primo incontro si sono impostati gli obiettivi che questa legislatura dovrebbe raggiungere: su questi punti il lavoro dell’Assessore Chiorino e del Presidente Cirio potranno essere oggetto di valutazione concreta da parte di tutti coloro che si occupano del mondo delle nostre scuole.
Ad ogni scuola si richiede però di essere vicini alla FIDAE, affinché possiamo portare avanti delle istanze che rispondano ai reali bisogni di coloro che frequentano e lavorano per la reale liberà di scelta educativa.

Leave a Comment