Buone Pratiche In evidenza

La Costituzione Italiana ai tempi del Coronavirus secondo i ragazzi dell’Istituto Castelli di Novara


Lo studio del programma di storia nel secondo anno consente di affrontare moti argomenti connessi alle attività solitamente collegate al programma di Cittadinanza e Costituzione.

Nello  specifico  nelle  classi  seconde  della  Scuola  G.  Castelli  di  Novara  sono  stati esaminati:

–    il modello di monarchia assoluta rappresentato dal re Sole, Luigi XIV;

–  la nascita della monarchia costituzionale inglese;

–     la  dichiarazione  dei  Diritti  dell’uomo  e  del  cittadino,  approvata  negli  anni  della Rivoluzione Francese;

–  la Dichiarazione d’indipendenza degli Stati Uniti d’America.

Tutti questi sono aspetti di un lavoro di analisi dei documenti che ha impegnato i ragazzi per ben due mesi.

Al  termine  è  stata  introdotto   lo  studio  della  Costituzione  italiana  (nascita,  principi fondamentali, articoli, modalità di modifica).

Infine i ragazzi sono stati invitati ad analizzare e a commentare la seguente dichiarazione di Umberto Terracini, deputato alla Costituente:

“L’Assemblea ha pensato e redatto la Costituzione come un solenne patto di amicizia e di fraternità di tutto il popolo cui essa lo affida perché se ne faccia custode severo e disciplinato realizzatore”

In particolare gli studenti si sono soffermati sulle parole AMICIZIA e FRATERNITA’, che invitavano ad una convivenza pacifica, ad un confronto politico, alla solidarietà e alla cooperazione.

Pensi che le parole di Terracini siano ancora valide? Per quale ragione?

Leave a Comment